ANSAcom

ANSAcom

Tumori: da Nova Coop la spesa di Natale fa bene alla ricerca

A dicembre 1% vendite a Fondazione Piemontese Ricerca sul Cancro

Torino ANSAcom

'Fare bene la spesa per fare del bene'. Questo lo spirito della campagna 'Scegli il prodotto Coop e insieme sosteniamo la ricerca contro il cancro', l'iniziativa che per il terzo anno Nova Coop mette in campo per raccogliere fondi per la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus.
Dal primo al 31 dicembre, nei 65 negozi della rete vendita di Nova Coop e online, l'1% del valore di vendita di ogni prodotto alimentare a marchio Coop sarà devoluto all'Istituto per la Ricerca e Cura del Cancro – Irccs di Candiolo per l'acquisto di strumentazione per l'analisi genetica di ogni singola cellula neoplastica per creare terapie farmacologiche personalizzate.
Nella prima edizione l'iniziativa solidale aveva permesso di raccogliere e donare 110 mila euro e 120 mila lo scorso anno. L'obiettivo è superare queste cifre con la campagna di quest'anno, che ha come focus il tumore al polmone, patologia per la quale nel 2020, in Italia, sono state stimate circa 41.000 nuove diagnosi.
L'accordo tra Nova Coop e la Fondazione non si limita alle raccolte fondi, ma prevede una collaborazione più ampia per promuovere attività di informazione, prevenzione e crescita culturale.
"Nova Coop - sottolinea il presidente, Ernesto alle Rive - da sempre investe con convinzione sulla promozione del benessere e dei corretti stili di vita nell'ottica di costruire una vera e propria cultura della salute e prevenzione delle malattie a partire dalle proprie scelte di consumo. E questa campagna è pienamente nella cultura e nei valori che Nova Coop cerca di rappresentare nel mercato, il diritto alla salute, al consumo di cibo buono, sano e sicuro, l'etica della produzione, valori alla base del nostro essere cooperativa".
"Il prodotto a marchio Coop - aggiunge il direttore commerciale di Nova Coop, Marco Gasparini -, da sempre sinonimo di qualità, genuinità e salubrità, grazie a questa campagna viene messo al centro per generare un valore condiviso nel nome di una missione comune, rendere il cancro sempre più trattabile". Una lotta in cui l'Irccs di Candiolo è sempre più un'eccellenza.
Nel 2020 l'Istituto, dove lavorano 464 operatori nell'assistenza clinica e 288 ricercatori in 37 laboratori di ricerca, ha erogato oltre 1 milione 314 mila prestazioni ambulatoriali, accolto 8.144 pazienti e trattato 1.114 pazienti con tecniche di radioterapia. "È importante - sottolinea la presidente della Fondazione, Allegra Agnelli - che una grande azienda come Nova Coop, con migliaia di soci, sia ancora una volta al nostro fianco nella battaglia che 35 anni fa abbiamo intrapreso per sconfiggere il cancro. Solo grazie alla concreta solidarietà di tante persone, istituzioni e imprese l'Istituto di Candiolo è divenuto un centro di eccellenza internazionale ed è cresciuto in strutture, macchinari e personale medico e di ricerca".

In collaborazione con:
NOVA COOP

Archiviato in


Modifica consenso Cookie