Energici, resilienti o malinconici,3 identikit degli over 60

Doxa Pfharma, così si invecchia, da 'perennials' a 'gloomers'

Redazione ANSA ROMA

Energici, resilienti o malinconici, sono questi i tre identikit che descrivono gli italiani come invecchiano e come si rapportano rispetto agli anni che passano. A delineare le categorie è una ricerca realizzata da Doxa Pharma per Nutricia FortiFit, attraverso interviste online a 500 italiani con più di 60 anni.

I 'Perennials' rappresentano il 40% del campione, hanno in media 70 anni, sono in leggera prevalenza uomini (54% e 46% donne) e la loro parola chiave è vitalità. Hanno un atteggiamento proattivo nei confronti della vita, amano andare alla ricerca di nuove esperienze e si sentono pieni di energia. 

Il 69% di loro usa i mezzi digitali per esplorare nuovi luoghi e conoscenze, il 63% è attento a quello che mangia e il 40% fa sport regolarmente. Vivono la "terza età" come occasione per fare quello che non hanno mai avuto possibilità di fare prima. Anche i Silver Lines (da silver, o argento, il colore dei capelli dei senior) rappresentano un 40% del campione, hanno in media 70 anni, sono maggiormente uomini (55% e 45% donne) ma la loro parola chiave è resilienza. Si mantengono dinamici soprattutto curando i rapporti sociali, l'attività fisica e l'alimentazione. Il 68% di loro usa i mezzi digitali per rimanere in contatto con familiari e amici, il 62% cerca di tenersi in movimento e il 33% rappresenta un punto di riferimento per la propria famiglia e si occupa regolarmente dei nipoti.

Il restante 20% del campione è rappresentato dai Gloomers (da gloom, stato d'animo simile alla malinconia), che hanno in media 75 anni, sono in netta prevalenza donne (68% e 32% uomini) e la loro parola chiave è disimpegno. Accusano il passare degli anni e vivono l'età avanzata con stanchezza. Il 38% ha qualcuno che l'aiuta nelle attività quotidiane e il 30% ha il cellulare ma lo usa solo per le telefonate. Le sensazioni associate al futuro sono associate a preoccupazione e sconforto. "Questi risultati mostrano come, nel tempo, sia cambiato il concetto di terza età. Oggi - dichiara Andrea Parachini di Doxa Pharma - parliamo di 'healthy aging', un concetto ampio che parte da un'attitudine a curare la propria salute. Mai come adesso ci siamo resi conto che è fondamentale poter e saper invecchiare bene". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA