Covid: Lazio, Emilia Romagna, VdA e Basilicata in verde sulla mappa Ue

Friuli Venezia Giulia l'unica a peggiorare, va in giallo. Restano in rosso la Germania, Croazia, Finlandia ma anche parte di Grecia, Austria, Olanda

Redazione ANSA BRUXELLES

 Anche l'Emilia-Romagna, il Lazio, la Valle d'Aosta e la Basilicata si aggiungono alle regioni italiane che passano in verde nella mappa aggiornata sull'incidenza del Covid in Europa, curata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc). In tutto, sono 12 le regioni italiane 'verdi' a basso rischio contagio, oltre alla provincia autonoma di Trento. Rispetto alla scorsa settimana, passa invece da verde a giallo il Friuli, raggiungendo nella fascia di rischio moderato (tra 75 e 200 casi ogni 100mila abitanti) la provincia autonoma di Bolzano, Veneto, Toscana, Marche, Campania, Calabria e Sicilia. 

Le aree con bassa incidenza di nuovi contagi sono sempre più numerose non soltanto in Italia, ma anche in Francia e Spagna. In rosso (tra 200 e 500 casi ogni 100mila abitanti) restano invece tutta la Germania, il Belgio, il Lussemburgo, la Croazia e la Finlandia, ma anche gran parte di Austria, Olanda, Ungheria e Grecia. I Paesi in cui la situazione è più seria, ovvero dove i casi di Covid sono più di 500 ogni 100mila abitanti, sono la Slovenia, la Romania, la Bulgaria e le Repubbliche baltiche (Estonia, Lettonia e Lituania), indicate in rosso scuro sulla mappa. Romania e Bulgaria sono anche i Paesi Ue con i tassi di vaccinazione più bassi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA