• Xylella: la sputacchina trasmette batterio anche in autunno
ANSAcom

Xylella: la sputacchina trasmette batterio anche in autunno

Dati su vettore infezione presentati a conferenza XF-ACTORS

BRUXELLES ANSAcom

La "sputacchina" è capace di trasmettere il batterio della Xylella fastidiosa dagli olivi malati a quelli sani per tutta la sua vita adulta, dalla primavera fino all'autunno. Emerge da uno studio presentato dal ricercatore dell'Università di Torino e del Cnr Domenico Bosco alla conferenza finale del progetto Ue XF-ACTORS, interamente dedicato alla Xylella fastidiosa.
A inizio estate, ha spiegato Bosco, la sputacchina sembra essere meno efficiente nella trasmissione ma è presente in gran numero sulle piante, mentre in autunno è più efficiente ma meno attratta dagli olivi. Questi dati, ha spiegato Bosco, possono contribuire a creare modelli di previsione della diffusione del batterio. "Suggeriscono anche di riconsiderare il programma degli interventi per il controllo della popolazione del vettore – ha commentato la coordinatrice di XF-ACTORS Maria Saponari – attualmente limitati alla primavera e all'estate, e invitano a monitorare attentamente la popolazione della sputacchina sulla chioma degli ulivi anche a fine estate-inizio autunno per verificare l’eventuale necessità di interventi". Gli scienziati di XF-ACTORS hanno condotto studi approfonditi sul ruolo degli insetti nella diffusione del batterio.

In collaborazione con:
XF-Actors Project

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie