Festival Amedeo Bassi celebra 150 nascita del celebre tenore

Umili origini, fu coevo di Caruso, ebbe analoga fulgida carriera

Redazione ANSA MONTESPERTOLI (FIRENZE)

(ANSA) - MONTESPERTOLI (FIRENZE), 14 LUG - Il Festival Amedeo Bassi (1872-1949) celebra i 150 anni dalla nascita del tenore toscano, coevo di Enrico Caruso, che godette di pari celebrità equivalente, nel paese natìo in Toscana. Bassi nacque il 29 luglio 1872 a Montespertoli, nella campagna di Firenze, da umilissime origini. Tuttavia, bambino talentuoso nel canto e pieno di energia ebbe tutti gli studi finanziati da una facoltosa famiglia del posto, quindi si realizzò nella lirica e diventerà grande tenore celebrato in tutto il mondo. E' considerato tuttora insieme ad Enrico Caruso come uno dei più grandi interpreti dell'opera lirica italiana. Alla sua storia verrà dedicata la prima serata del festival che, attraverso una messa in scena nella piazza con proiezioni, musiche dal vivo e narrazioni, rievocherà questa favola moderna degli anni d'oro della musica lirica. Un evento, si spiega, che vede coinvolto il museo Amedeo Bassi, la Compagnia Teatro popolare d'arte e l'Orchestra Harmonie Musicae e che ha richiesto ricerche di documenti sia fotografici che musicali che per la prima volta verranno mostrati al pubblico. Il 30 e 31 luglio il programma del festival prevede poi la messa in scena di 'Cavalleria Rusticana' e 'Rigoletto', la prima a cura del coro e orchestra Nuova Filarmonica Amedeo Bassi di Montespertoli, mentre la seconda sarà affidata al maestro David Boldrini che dirigerà Italian Opera Florence per la regia di Alberto Paloscia. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie