Torna al suo splendore la facciata del Duomo di Prato

8 mesi di lavori, interventi proseguono su parti laterali chiesa

Redazione ANSA PRATO

PRATO - Conclusi i lavori di restauro, durati circa otto mesi, della facciata del duomo di Prato, mentre proseguono gli interventi sulle parti laterali della cattedrale. Tolte le impalcature la facciata potrà mostrarsi in tutto il proprio splendore. I lavori si erano resi necessari per la caduta di frammenti lapidei. Adesso tutto è pronto per le prossime ostensioni del Sacro Cingolo in programma il 15 agosto, per l'Assunta, e per l'8 settembre, in occasione della Natività di Maria, a Prato nota come Madonna della Fiera, la festa più importante della città.

Successivamente, spiega una nota, saranno terminati i lavori sulla facciata laterale e prenderanno avvio quelli all'abside, al transetto e al campanile, con l'obiettivo di terminare tutti i gli interventi per dicembre. Era dal 1984 che non veniva eseguito un lavoro così accurato. Gli interventi, nello specifico, hanno riguardato il restauro di tutte le superfici lapidee, con attenzione al marmo verde di Prato e alla pietra serena, che presentavano i maggiori degradi, con diffusi distacchi e caduta di materiale. Per questi elementi decorativi sono stati previsti interventi di pre-consolidamento, pulitura, consolidamento ed integrazione delle parti mancanti. Anche l'alberese bianco, presente pure nella variante palombino con la caratteristica colorazione ruggine, è stato restaurato e consolidato per recuperarne l'antico splendore. Sono state inoltre restaurate le statue presenti sulla sommità della facciata, che rappresentano Sant'Anna con la Madonna bambina, San Gioacchino, la Vergine Maria e Santo Stefano. Per festeggiare la fine dei lavori alla facciata il 9 settembre è in programma un concerto serale sul sagrato. 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie