Ok a norme per proteggere consumatori da indebitamento facile online

Eurodeputati, pubblicità prestiti siano chiare sui costi

Redazione ANSA

BRUXELLES - Luce verde dalla commissione per il mercato interno dell'Eurocamera alle nuove norme Ue che mirano a proteggere i consumatori dai debiti delle carte di credito, scoperti di conto e prestiti online non adatti alla loro situazione finanziaria. Nel testo, adottato con 42 voti favorevoli, 1 contrario e 1 astensione, gli eurodeputati chiedono che la nuova legislazione copra i contratti di credito fino a 150.000 euro, con il limite massimo effettivo che sarà determinato dalle autorità competenti nazionali in base alla particolare situazione economica di uno Stato membro.

Gli eurodeputati chiedono che siano introdotti ulteriori requisiti per valutare l'affidabilità creditizia delle persone che concludono un prestito prima che venga concesso, inclusa la richiesta d'informazioni sugli obblighi attuali del consumatore o sul costo della vita. Al fine di valutare il merito creditizio dei consumatori con una storia creditizia scarsa o nulla, possono essere prese in considerazione altre informazioni, ad esempio da istituti di credito non bancari, fornitori di telecomunicazioni e utilities.

Il testo chiede però che i dati dei social media e i dati sanitari non siano presi in considerazione. Nella posizione negoziale gli eurodeputati chiedono infine che la pubblicità di forme di credito contenga, in tutti i casi, un avvertimento chiaro e evidente che prendere in prestito denaro costa denaro. Approvata la posizione i negoziatori del Parlamento europeo sono ora pronti per i colloqui con il Consiglio e la Commissione sulla forma definitiva da dare alle regole.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie