Expo Dubai 2020

Expo Dubai: attraverso la Fibula, il Mondo scopre San Marino

Simbolo del Louvre Abu Dhabi esposto a Padiglione di San Marino

Redazione ANSA DUBAI

di Damiano Crognali (ANSA) - DUBAI, 26 OTT - San Marino ha tagliato il traguardo di 5 mila visite in un solo giorno. "Il macro obiettivo della nostra presenza ad Expo - ha detto il Direttore del Padiglione Letizia Cardelli - è presentare il paese agli occhi del mondo e accrescere la conoscenza della nostra piccola realtà". In pratica, far conoscere San Marino ai visitatori di Expo, la maggior parte delle persone che entra qui non ha idea di dove si trovi. E poi provare ad attrarre nuovi investimenti e sviluppare alcuni settori, primo fra tutti il turismo, l'economia, ma anche la moda.
    L'entusiasmo dei giovani volontari del Padiglione di San Marino è contagioso. Il Padiglione sammarinese è strutturato come un museo, che tra video, artefatti e coinvolgenti spiegazioni delle giovani guide immergono nelle sue tre aree: la prima dedicata alla storia, la seconda al turismo e la terza al sistema paese di San Marino, che offre uno squarcio sul piccolo stato indipendente, che è la più antica repubblica del mondo fondata nel 301d.C. Sono in pochi che conoscono San Marino, è vero, ma quasi tutti coloro che viaggiano negli Emirati Arabi, oppure vanno in visita al Louvre Abu Dhabi, uno dei musei più importanti e grandi al mondo, ha visto la Fibula d'oro a forma d'aquila, che proviene proprio da Domagnano, uno dei nove castelli che compongono il territorio della Repubblica di San Marino.
    La Fibula d'oro originale è esposta al Louvre, ma sono stati riprodotti dall'artigiano bolognese Marco Casagrande attraverso una sofisticate tecniche sperimentali compatibili con gli strumenti e le disponibilità antiche, secondo le metodiche dell'archeologia sperimentale, ed esposte nel Padiglione per far conoscere il piccolo stato indipendente.
    Tra pannelli ed esposizioni si si immerge nella storia di un paese dalla tradizione antica, nei suoi costumi tipici e nella sua vita dell'epoca medievale, come la balestra sammarinese quale simbolo di difesa e di libertà, che è collocata nella seconda sala.
    Mentre si attraversa il padiglione ci si rende conto di quanto sia italiano questo territorio, con i castelli che svettano come quelli delle fate della Disney raccontati dall'archeologo Darius Arya, una sorta di Alberto Angela del Medio Oriente. È sul turismo che spinge il Padiglione di San Marino. E poi si punta a sviluppare alcuni settori, come quello dei servizi e della moda. Ma c'è anche un polo sulla Innovazione, che sta spingendo per innestare imprese tecnologiche sul loro territorio. Il Padiglione si trova nell'area delle Opportunità appunto, perché l'IVA per le aziende che hanno sede a San Marino è al 17%, l'aspettative di vita é molto alta, il sistema sanitaria autonomo e un sistema di istruzione all'avanguardia.
    "Questo inoltre é l'unico padiglione tra i 100 'Thematic Pavilions' a disporre di una VIP Lounge al piano superiore, che verrà messa a disposizione dei suoi Sponsor per business meeting" ha detto Mauro Maiani Commissario generale ad Expo.
    Il giorno Nazionale di San Marino sarà il 10 dicembre, l'appuntamento più atteso da tutto il paese che verrà rappresentato ad Al Wasl, il centro di Expo, a tutto il mondo attraverso sbandieratori, musici e dame mediovali. La sua popolazione ammonta a quasi 35 mila persone, come i visitatori che il primo mese di expo hanno già visitato il Padiglione.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: