Brodetto termolese di Nicolino sbarca a Roma

Famiglia Caruso realizza 'brand' con piatti tradizione locale

(ANSA) - TERMOLI, 04 MAG - Con il brodetto termolese, cucinato secondo l'antica ricetta della città adriatica, la famiglia Caruso di Termoli, titolare del ristorante 'Da Nicolino' aperto nel 1975, sbarca a Roma.
    I fratelli Francesco, Enrico e Sossio con il capostipite Nicolino, specializzati nella cucina marinaresca, hanno realizzato un "brand", "ristorante Nicolino" presentando un progetto di franchising che prevede aperture non solo nel Lazio.
    L'iniziativa è stata illustrata oggi in Comune dal sindaco Francesco Roberti con gli assessori al turismo ed ambiente Michele Barile e Rita Colaci. Presente la famiglia Caruso con Nicolino che ha annunciato: nei locali sarà cucinato solo il pescato termolese con i prodotti eno-grastronomici del Molise".
    "E' un progetto ambizioso - spiegano i fratelli Caruso -. Il franchising permetterà di esportare la cucina marinara termolese oltre i confini regionali e non solo. Promuoveremo il nostro territorio attraverso la cucina e, perchè no, attivare un meccanismo di ritorno in grado di far arrivare persone nella nostra città".
    Il brodetto termolese cucinato come una volta è un piatto divenuto famoso non solo in Italia ma anche all'estero. "E proprio grazie al successo di questo piatto - concludono - che abbiamo deciso di estendere la fruibilità di questo tipo di cucina semplice e genuina in ambito nazionale, in altre regioni". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie