Oltretevere

Vaticano: Nissan dona al Governatorato un'auto elettrica

Insieme alle Ambasciate di Regno Unito e Giappone

Nissan ha donato al Vaticano una Nissan Leaf elettrica durante una cerimonia nel piccolo Stato d'Oltretevere. Il cardinale Giuseppe Bertello, presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, ha presieduto la cerimonia di passaggio di consegne alla presenza di Marco Toro, amministratore delegato di Nissan Italia; Sally Axworthy, ambasciatore britannico presso la Santa Sede; e Seji Okada, ambasciatore del Giappone presso la Santa Sede. La fabbrica Nissan di Sunderland si è unita tramite collegamento video.
    La Nissan Leaf è stata prodotta a Sunderland, nel nord-est dell'Inghilterra. Nel consegnare la LEAF, Marco Toro, Presidente e Amministratore Delegato di Nissan Italia, ha dichiarato: “Sono onorato, a nome di Nissan, di affiancare la Santa Sede nel percorso verso la decarbonizzazione delle operazioni, obiettivo comune che per Nissan si esplicita nel raggiungere il 75% delle vendite con vetture elettrificate in Europa al 2023 e offrire una gamma completamente elettrificata al 2030”. Sally Axworthy, ambasciatrice britannica presso la Santa Sede, ha dichiarato: "Il passaggio ai veicoli elettrici sarà una parte essenziale dei nostri sforzi collettivi per mantenere l'aumento della temperatura globale al di sotto di 1,5 gradi.

    Nell'anno in cui il Regno Unito ospiterà il vertice sul clima, COP26, sono davvero lieto che il Vaticano stia rendendo più verde la sua flotta di veicoli con l'aiuto di Nissan. Questo costituisce un ottimo esempio per tutti noi". "Il Regno Unito - ha aggiunto - si è impegnato a raggiungere lo zero netto entro il 2050 e porrà fine alla vendita di nuove auto a benzina e diesel nel Regno Unito entro il 2030. La produzione del veicolo a Sunderland mostra come la tecnologia possa portare una crescita economica sostenibile e un'occupazione dignitosa".
    Seji Okada, ambasciatore del Giappone presso la Santa Sede, ha spiegato a sua volta: "Il primo ministro giapponese Suga ha dichiarato che il Giappone mira a realizzare una società decarbonizzata riducendo a zero le emissioni di gas serra entro il 2050 e che il governo del Giappone lavorerà per l'utilizzo di fonti di energia decarbonizzate, come le energie rinnovabili.
    Ma, ha aggiunto, 'la decarbonizzazione globale non può essere raggiunta attraverso gli sforzi di un solo Paese, è una sfida che richiede all'intera comunità internazionale di agire in uno'". "Poiché Papa Francesco ha chiesto un'azione urgente sui cambiamenti climatici - ha concluso -, è particolarmente significativo che il Vaticano sostituirà gradualmente i suoi veicoli di servizio con una flotta completamente elettrica, dando l'esempio a tutti gli altri Paesi del mondo. Il contributo di aziende come Nissan sarà fondamentale per raggiungere questo obiettivo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie