Oltretevere

Ior: chiude 2020 con utile nonostante pandemia, ma in calo

A 36,4 milioni rispetto ai 38 milioni del 2019

(ANSA) - ROMA, 11 GIU - Lo Ior chiude il 2020 con 5 miliardi di raccolta dai clienti, di cui 3,3 miliardi relativi al risparmio gestito e alla custodia titoli; 36,4 milioni di euro l'utile netto (era 38 milioni nel 2019) , risultato del processo di investimento 'risk-based' e coerente con l'etica cattolica applicato alla gestione dei propri attivi; 645,9 milioni di euro il patrimonio al 31 dicembre 2020, al netto della distribuzione degli utili e considerando la destinazione a riserva patrimoniale decisa dalla Commissione Cardinalizia. Il Tier 1 ratio si è attestato al 39,7%. Sono i dati principali del bilancio dell'Istituto per le Opere di Religione.
    L'utile registrato nel 2020 "è un risultato molto importante soprattutto se si considerano i rendimenti bassi che ormai stanno caratterizzando i mercati finanziari. Non si dimentichi la forte volatilità causata dalla pandemia". Lo sottolinea il Presidente della Commissione cardinalizia, card. Santos Abril y Castello. "Un risultato poi altamente opportuno tenendo presente che la Santa Sede ha perso, quest'anno, una larga parte dei suoi introiti derivati dall'apporto sostanziale più consistente quello cioè dei Musei vaticani, rimasti chiusi per una larga parte di tempo, a causa della pandemia", rileva il cardinale.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie