Oltretevere

Papa: vaccinarsi è un atto di amore, collaboriamo

Videomessaggio Pontefice. "È prendersi cura gli uni degli altri"

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 18 AGO - "Grazie a Dio e al lavoro di molti oggi abbiamo vaccini per proteggerci dal Covid-19. Questi danno la speranza di porre fine alla pandemia ma solo se sono disponibili per tutti e se collaboriamo gli uni con gli altri". Così il Papa nel Videomessaggio ai popoli sulla campagna di vaccinazione contro il Covid-19. "Vaccinarsi, con vaccini autorizzati dalle autorità competenti, è un atto di amore - dice -. E contribuire a far sì che la maggior parte della gente si vaccini è un atto di amore". "Vaccinarci è un modo semplice ma profondo di promuovere il bene comune e di prenderci cura gli uni degli altri, specialmente dei più vulnerabili".
    "Con spirito fraterno, mi unisco a questo messaggio di speranza in un futuro più luminoso", afferma il Pontefice nel messaggio in spagnolo, diffuso nel quadro della campagna internazionale 'De ti depende' ('It's Up To You', 'Dipende da te') per la vaccinazione anti-Covid.
    Il video vede la partecipazione anche di alcuni esponenti della Chiesa cattolica del Continente americano: mons. José Horacio Gomez Velasco, arcivescovo di Los Angeles e presidente della Conferenza dei vescovi statunitensi; il card. Carlos Aguiar Retes, arcivescovo di Città del Messico; il card. Oscar Rodriguez Maradiaga, arcivescovo di Tegucigalpa; il card.
    Claudio Hummes, arcivescovo emerito di San Paolo del Brasile; il card. José Gregorio Rosa Chavez, vescovo ausiliare di San Salvador; mons. Hector Miguel Cabrejos Vidarte, arcivescovo di Trujillo, Perú. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie