No Tav ferita, questura di Torino avvia accertamenti

'Ma impossibile lacrimogeno causa'.No Tav,non è stato incidente

(ANSA) - TORINO, 19 APR - Sono stati avviati accertamenti da parte della polizia sul ferimento avvenuto sabato sera di un'attivista No Tav a San Didero, in Val di Susa durante una manifestazione contro il nuovo autoporto della Valle di Susa. È quanto si appende da fonti della Questura di Torino, dove si precisa che si procede d'ufficio in quanto "le lesioni hanno prognosi di 25 giorni e sono da considerare lievi". Il risultato degli accertamenti verrà comunicato all'autorità giudiziaria. Ma secondo la Questura- "è impossibile" che le ferite siano state provocate dal getto di un lacrimogeno. "Gli operatori delle forze dell'ordine - viene spiegato - stazionavano dietro una recensione alta 4 metri e un lancio orizzontale non è proprio possibile. Il tipo di lacrimogeni utilizzato ha una gittata massima di 40 metri con tiro a parabola e si limita a disperdere 5 piccoli dischi che producono il gas".
    Il movimento No Tav replica:"Non è stato un incidente. Due filmati provano il lancio di lacrimogeni ad altezza d'uomo".
    L'attivista ferita è ricoverata alle Molinette e subirà un intervento chirurgico maxillo-facciale giovedì 22 aprile.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie