Piemonte

Siccità: Cuneo, decisa deroga a deflusso minimo vitale fiumi

La decisione riguarda Stura di Demonte, Gesso e Grana-Mellea

(ANSA) - CUNEO, 10 SET - Parziale deroga alla norma sui rilasci del deflusso minimo vitale delle derivazioni irrigue per le aste del fiume Stura di Demonte e dei torrenti Gesso e Grana-Mellea, nel Cuneese. Lo ha deciso la Provincia, accogliendo le richieste del mondo agricolo, dopo una serie di incontri con i consorzi irrigui interessati, la Regione Piemonte e Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale).
    La carenza di risorse idriche sta colpendo in particolare il settore vallivo sud-occidentale della 'Granda'.. Nel caso del torrente Maira, inoltre, un 'regolatore delle acque', una figura prevista dalla normativa nazionale che si occuperà - con l'ausilio dei Consorzi irrigui - "di definire i riparti delle acque disponibili nelle condizioni di carenza idrica, consentendo anche di contemperare le diverse esigenze manifestate dai concessionari.
    La Provincia ha convocato per martedì 14 settembre un tavolo specifico per l'asta del fiume Tanaro per affrontare gli stessi problemi. Terminata la stagione irrigua, proseguirà il lavoro di rinnovo delle grandi derivazioni irrigue cuneesi che vedrà la Provincia ed i Consorzi irrigui "impegnati in un percorso virtuoso di adeguamento dei prelievi, con un occhio vigile a fronte alle mutate condizioni climatiche". (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie