Piemonte
  1. ANSA.it
  2. Piemonte
  3. Vendemmia Brachetto d'Acqui, ottime prospettive

Vendemmia Brachetto d'Acqui, ottime prospettive

Rese tappo raso e spumante a 80 e 60 quintali/ettaro

(ANSA) - ACQUI TERME (ALESSANDRIA), 19 AGO - "I presupposti per imbottigliare ottimi vini ci sono tutti. I grappoli, già staccati dopo Ferragosto, del brachetto 2022 sono perfetti e la raccolta promette davvero bene". Paolo Ricagno, presidente del Consorzio Vini d'Acqui, dal 1972 anche al timone di una cantina cooperativa, definisce così un'annata contrassegnata dalla siccità e che, invece, si sta dimostrando ottima. L'analisi è confortata dai test sulle campionature in vigna, eseguiti dai tecnici del laboratorio del Consorzio dell'Asti Spumante e del Moscato d'Asti, che operano anche per varie tipologie di vigneti piemontesi. Per il responsabile Guido Bezzo, il Brachetto è in una fase di maturazione perfetta, con un quadro ideale di concentrazione zuccherina, profumi e acidità. Gli fa eco l'agronomo Daniele Eberle. "Ci aspettavamo viti stressate dalla mancanza d'acqua e in alcune aree è stato così, ma in generale il vigneto è apparso meno in crisi idrica del previsto". Per le rese a ettaro, il Consorzio ne ha proposte alla Regione Piemonte - che ha accettato e ratificato - diversificate per 'tappo raso' e spumante: rispettivamente, 50 quintali/ettaro con la possibilità di stoccarne altri 30 da utilizzare come docg; 50 e altri 10 sempre come docg, entro il 28 febbraio. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie