COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale IMG SOLUTION SRL

I messaggi nella bottiglia di Paola Huller

IMG SOLUTION SRL

Un'esplosione di colori! E' questa la prima impressione che si ha quando si osservano, per la prima volta, le opere di Paola Hüller. I suoi "messaggi nella bottiglia" riescono a trasmettere delle emozioni molto forti quasi come fossere delle "finestre" che permettono di osservare il mondo con gli occhi dell'artista.

Ma dove nasce la passione per l'arte di Paola Hüller? E perchè le sue opere vengono definite "Messaggi nella Bottiglia"?

"Era il giorno di Natale del 2018, i miei ragazzi decisero di regalarmi un cavalletto, dei pennelli, colori ad olio, una grande tela e mi fecero promettere di dipingere  qualcosa da regalargli. Per oltre un mese la tela è rimasta bianca sul cavalletto,  fare qualcosa su  una tela vergine  non è facile ... ma un giorno sentii che era  arrivato il momento:  aprii i colori , preparai la tavolozza con i pennelli e senza nemmeno capire il perché la mano cominciò a roteare . Fu così che nacque il primo vortice. Nei vortici nascondo frasi, piccoli disegni, da qui il nome "Messaggi nella Bottiglia", inserisco un messaggio che lancio in alto nella speranza che arrivi".

La passione di Paola Hüller per la pittura prosegue fino a portarla, inconsapevolmente, a scoprire un'antica tecnica definita Encuasto, un modo estremamente particolare di utilizzare i colori mescolati alla cera grazie al calore.

La sensazione  fu talmente bella che da quel giorno cominciai a crearne altri, superando i 140 vortici in circa 10 mesi. Cercai in seguito di realizzarli con materiali puri, qualcosa che parlasse della natura, utilizzando i pigmenti e unendoli d'istinto a cera e fuoco e mi trovai senza saperlo ad adottare una tecnica che si chiama Encausto e viene utilizzata dal '700 . 

Come abbiamo detto le sue opere sono un'esplosione di colori. Osservandoli con attenzione sembra quasi di "vivere le emozioni" dell'artista. Come riesce a far passare queste emozioni attraverso i suoi dipinti?

Inizialmente, dopo  ogni “attacco di colore” - li definisco infatti tali - una volta terminato il quadro lo nascondevo, non mi piaceva vederlo, ma con il passare dei mesi la cosa bella e inaspettata fu capire che  piacevano e non solo ...alcune persone erano felici di farli parlare nelle loro case e spesso riuscivano a provare emozioni, le stesse che avevo io mentre dipingevo.

Per maggiori informazioni

Paola Hüller

Sito web: https://www.messaggionellabottiglia.org/ 

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale IMG SOLUTION SRL

Modifica consenso Cookie