Responsabilità editoriale Obiettivo Europa

Interreg Central Europe - Bando per il potenziamento della cooperazione interregionale e transnazionale

Ente promotore: Programma Interreg Central Europe 2021-2027 | Scadenza: 23 febbraio 2022

Si tratta del primo bando promosso nell’ambito del Programma di Cooperazione Interregionale Central Europe 2021-2027 (Interreg CE). La cooperazione è fondamentale per le città e le regioni per diventare più resilienti e luoghi adatti per in cui vivere e lavorare. Il Programma Interreg CE incoraggia e sostiene la cooperazione interregionale e transnazionale per rendere le regioni dell’Europa centrale più resistenti alle sfide comuni e che non possono essere risolte autonomamente da singoli Paesi.

Il focus è sostenere la cooperazione tra regioni e città di 9 paesi dell'Europa centrale: Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Ungheria, Italia (Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna e le province autonome di Bolzano/Bozen e Trento), Polonia, Slovacchia e Slovenia. 

Il bando intende selezionare progetti transnazionali di alta qualità, in cui le organizzazioni pertinenti cooperano per rendere le regioni dell’Europa Centrale più resistenti alle sfide comuni come: i processi di transizione economica, il cambiamento climatico e le conseguenze socioeconomiche a lungo termine della pandemia Covid-19.  Possono essere presentate proposte  progettuali nell'ambito di 4 priorità e dei relativi 9 obiettivi specifici. 

Priorità e Obiettivi

  • Priorità 1 - Cooperare per un’Europa più smart - Obiettivi specifici
    • sviluppare e potenziare le capacità di ricerca e innovazione e l'adozione di tecnologie avanzate;
    • sviluppare competenze per la specializzazione intelligente, la transizione industriale e l'imprenditorialità.
       
  • Priorità 2 - Cooperare per un’Europa più verde - Obiettivi specifici 
  • promuovere misure di efficienza energetica e ridurre le emissioni di gas serra;
  • promuovere l'adattamento al cambiamento climatico e la prevenzione del rischio di catastrofi tenendo conto degli approcci basati sugli ecosistemi;
  • promuovere la transizione verso un'economia circolare ed efficiente delle risorse;
  • migliorare la protezione e la conservazione della natura, della biodiversità e delle infrastrutture verdi, anche nelle aree urbane, e ridurre tutte le forme di inquinamento;
  • promuovere la mobilità urbana multimodale sostenibile, come parte della transizione verso un’economia a zero emissioni di carbonio.
  • Priorità 3 - Cooperare per un’Europa più connessa - Obiettivi specifici
  • sviluppare e migliorare la mobilità sostenibile, resiliente al clima, intelligente e la mobilità intermodale nazionale, regionale e locale, compreso un migliore accesso alla TENT e alla mobilità transfrontaliera.
  • Priorità 4 - Interventi per migliorare la governance per la cooperazione - Obiettivi specifici
  • rafforzare la governance della cooperazione attraverso azioni che riducano le barriere amministrative, attuino dei processi decisionali partecipativi (per esempio il coinvolgimento dei cittadini), impostino una governance multilivello e multisettoriale, sviluppino strategie di sviluppo territoriale integrate, incrementino i la cooperazione fra servizi pubblici di interesse generale (come salute, istruzione, servizi sociali), turismo e cultura e rafforzino la governance digitale.

Dotazione finanziaria complessiva: € 72.000.000

Consulta la scheda completa del bando su Obiettivo Europa

Responsabilità editoriale di Obiettivo Europa.
Per leggere l'articolo completo, registrati su Obiettivo Europa, per attivare il periodo di consultazione gratuita per 15 giorni.