COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale FROOGS

AVVENIRISTICHE SOLUZIONI DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER IL CONTROLLO PRODUZIONE E QUALITÂ

Video Systems di Codroipo progetta soluzioni personalizzate in ogni ambito manifatturiero, monitorando anche le variabili che influiscono in un processo produttivo

FROOGS

Avveniristiche le applicazioni della visione ed intelligenza artificiali per il controllo qualità sviluppate ed applicate dalla friulana Video Systems, guidata da Alessandro Liani: “occhio” digitale vigile nella complessa lavorazione del vetro, nella produzione di prodotti alimentari, nel controllo dello scarico dei rifiuti dai container, e l’elenco potrebbe continuare, perché l’azienda è specializzata in soluzioni su misura per la qualità dei prodotti e per il controllo dei processi nelle industrie manifatturiere.

Un’azienda competitiva per la sua capacità «di progettare in modo che visione artificiale e l’intelligenza artificiale ad alta tecnologia operino con le massime prestazioni ed affidabilità in ambienti difficili e si adattino ai contesti produttivi più complessi». In questa mission aziendale il posto strategico lo occupano da sempre gli oggetti IIot sviluppati all’interno, poiché «l’obiettivo è sempre stato quello di collegare tra loro le macchine, per farle dialogare per ottimizzare i processi produttivi».

Le soluzioni con intelligenza artificiale consentono ai contesti in cui sono inserite di acquisire ciò che oggi è considerata la materia prima pregiata per eccellenza, ovvero i dati, e di acquisirli in forma sempre più sofisticata, grazie alla capacità di “imparare” da parte degli oggetti resi intelligenti dalla specifica tecnologia. «L’acquisizione dei dati – esemplifica Liani – è utile per il controllo preliminare sulle condizioni delle proprie macchine in uso, per controllare i tempi di produzione industriale, per inviare dati precisi relativi alla quantità di prodotti in lavorazione».

In virtù delle sue conoscenze delle capacità di sviluppo e di applicazione dei prodotti, Video Systems è riuscita a essere partner di importanti progetti europei nell’ambito del programma H2020. Un’esperienza che consente all’azienda di implementare la sua offerta con sistemi di visione che, conclude Liani, «permettono il controllo qualità incrociando le diverse variabili che compongono un processo» ed un’attenzione specifica «su quelle variabili che incidono maggiormente sulla qualità finale».

A ulteriore conferma del livello di specialità e competenza raggiunti dall’intera azienda e dal suo Ceo, vi è anche la recentissima nomina di Liani nel board di IEEE-CIS, sotto comitato della principale associazione ingegneristico scientifica a livello mondiale che in particolare si occupa di intelligenza computazionale in ambito industriale.

 

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale FROOGS

Modifica consenso Cookie