Ghost story e dramedy, fine ciak per I nostri fantasmi

Riondino e Hadas Yaron nell'opera seconda di Alessandro Capitani

Lo studio 13 di Cinecittà ha appena chiuso le porte al meraviglioso mondo ricreato per la suggestiva ambientazione del film I nostri fantasmi di Alessandro Capitani, talentuoso regista già vincitore nel 2016 di un David di Donatello per il miglior cortometraggio (Bellissima) e qui al suo secondo lungometraggio dopo In viaggio con Adele. Il film, prodotto da Fenix Entertainment con Rai Cinema e col sostegno della Film Commission Torino Piemonte, vede protagonisti Michele Riondino, Hadas Yaron (vincitrice della Coppa Volpi a Venezia 2012 per La Sposa Promessa), Alessandro Haber, Paolo Pierobon e per la prima volta sullo schermo il piccolo Orlando Forte.
    Scritto dallo stesso Capitani con Francesca Scialanca e Giuditta Avossa, il film racconta la vicenda di Valerio, un padre rimasto senza lavoro e senza casa che cerca disperatamente di sottrarre il figlio Carlo dai servizi sociali. L'uomo decide di occupare il sottotetto della loro ex-abitazione e, con l'aiuto del figlio, di spaventare, fingendosi fantasmi, chiunque abbia intenzione di abitare l'appartamento "di sotto". Finché un giorno arriva Miryam con la piccola figlia Emma di soli due anni. La donna però non si spaventa facilmente, Myriam ha un fantasma in carne e ossa da cui difendersi, si chiama Cristian, e la pestava a sangue.
    Alessandro Capitani, giocando sulla commistione dei generi e partendo da atmosfere da ghost story horror, per poi defluire nel dramedy famigliare, crea un'opera coraggiosa sulle seconde possibilità.
    Il film è stato girato in 7 settimane tra il Villaggio Leumann nel comune di Collegno (alle porte di Torino), luogo dalla fama esoterica, e Cinecittà, location dove è stata ricostruita l'abitazione ed il sottotetto dei due protagonisti.
    Il cast tecnico e artistico è di grande prestigio: Gabriele Oricchio, produttore esecutivo (celebre per aver lavorato con cineasti di fama internazionale tra cui Terry Gilliam, Peter Webber e James McTeigue); i David di Donatello Daniele Ciprì alla fotografia e Nicoletta Taranta ai costumi, Mirko Perri al sound design e la candidata agli Emmy Ludovica Ferrario alla scenografia. La soundtrack originale sarà realizzata da Michele Braga. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie