Cultura

Cinema: doc del barese Bellomo vince Bellaria Film Festival

"Vernissage", girato con adolescenti quartiere S.Paolo di Bari

(ANSA) - BARI, 27 SET - Ha vinto il concorso principale Bei Doc del 39° Bellaria Film Festival il documentario Vernissage del barese Fabrizio Bellomo, racconto di una giornata estiva trascorsa in periferia interamente girato con adolescenti del quartiere San Paolo di Bari.
    È la storia di un gruppo di giovani, quattro ragazze e quattro ragazzi, che in una giornata bollente di luglio si muove dall'estrema periferia di Bari verso il mare, lungo la costa postindustriale fatta di stabilimenti balneari abbandonati e ruderi dimenticati. Una gita al mare, dal mattino al tramonto, vissuta con il passo cristallino della loro età. La villa di un pittore scomparso decenni fa, anch'essa desolatamente abbandonata, diventerà luogo inatteso di un dialogo possibile, di una restituzione sorprendente. La motivazione del premio: "Per lo stile fresco e allo stesso tempo radicale nel seguire un gruppo di ragazzini che reinventa uno spazio degradato con creatività e inventiva, e per il ritmo lento ed empatico che accompagna lo spettatore a conoscere la realtà difficile di giovani coinvolti in un progetto sociale e cinematografico".
    Presentato in anteprima nazionale, Vernissage è l'esito di un laboratorio di cinema, dal titolo "Facciamo un film", organizzato dalla cooperativa sociale I bambini di Truffaut, diretta da Giancarlo Visitilli. È stato tra i 27 film in concorso alla 39ma edizione del Bellaria Film Festival, la kermesse cinematografica dedicata al documentario indipendente, che si è tenuta dal 22 al 26 settembre 2021 a Bellaria-Igea Marina (RN) sotto la direzione artistica di Marcello Corvino.
    Nella cerimonia conclusiva di ieri sera, è stato assegnato il Premio alla Carriera a Pupi Avati, mentre il Premio "Una vita da film" è stato assegnato a Silvio Orlando. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie