Cultura

Paura per Gaetano Curreri, infarto sul palco

Malore a San Benedetto. Gli Stadio, l'ha superato e ora sta bene

E' stata una notte di grande paura per Gaetano Curreri, leader degli Stadio, ma anche per il popolo dei fan messo in agitazione dalla notizia del malore che ha colpito il 69enne bolognese, una delle voci più apprezzate d'Italia al termine di un concerto a San Benedetto del Tronto. Quando si è sentito male Curreri si accingeva a cantare "Piazza grande" al culmine della serata nella parte antica della località balneare, insieme al Solis String Quartet nell'ambito della rassegna "Nel cuore e nell'anima, ritratti d'autore in musica e parole". Si è accasciato sul palco, i primi soccorsi li hanno prestati dei medici che erano tra il pubblico, poi un'ambulanza lo ha trasportato d'urgenza all'ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno. Inizialmente è circolata la voce che fosse stato colpito da un ictus, ma si trattava di problemi di natura cardiaca, tanto che è stato ricoverato nell'unità di terapia intensiva cardiologica del nosocomio ascolano, reparto all'avanguardia in Italia, dove è stato operato immediatamente. A tranquillizzare in tarda mattinata sulle condizioni di Curreri sono stati i suoi compagni della band nella pagina ufficiale degli Stadio su Facebook. "Siamo veramente felici di comunicarvi che Gaetano ha superato brillantemente l'infarto e adesso sta bene. L'abbiamo sentito via telefono e ringrazia tutti per l'affetto e le belle parole spese per lui. Ci uniamo anche noi ai suoi ringraziamenti che condividiamo pienamente, in queste ore difficili il vostro supporto ci ha aiutato tanto, vi teniamo aggiornati". Parole che hanno contribuito a stemperare la tensione anche se Curreri resta ricoverato in prognosi riservata nell'Utic di Ascoli Piceno. Il primo a soccorrerlo, quando ha avuto il malore sul palco, è stato il dottor Mauro Mario Mariani, angiologo e nutrizionista ascolano, consulente, tra le altre, delle trasmissioni Linea Bianca e Linea Verde di Raiuno. "Ero in seconda fila ad assistere al concerto e vedendo che aveva difficoltà di parola mi sono reso conto che qualcosa non andava e la conferma è arrivata da Gerardo Morrone, uno dei musicisti che era con lui, è mio amico, mi ha chiamato per intervenire insieme ad altri tre medici presenti. Curreri ha avuto un infarto anche se non ha mai perso conoscenza - racconta all'ANSA il dottor Mariani -. Aveva dolore alla spalla sinistra, tipico dell'infarto posteriore". In meno di mezz'ora il cantante è stato trasferito in ambulanza ad Ascoli. "Coronografia e angioplastica sono state eseguite dai medici cardiologi Procolo Marchese e Luca Di Vito. La risposta del sistema sanitario locale è stata davvero di alto livello" conclude Mariani. Non è la prima volta che il leader degli stadio ha problemi di salute sul palco; nel 2003 ebbe un live attacco ischemico transitorio, durante un concerto con la band ad Acireale. Nel 2019, cadde sul palco a Castelraimondo (Macerata), durante la data zero di un tour: una caduta "senza gravi conseguenze" secondo la pagina Fb degli Stadio, per la quale fu trasportato comunque all'ospedale di Camerino. Molti i messaggi di solidarietà arrivati a Curreri: tra gli altri quelli di Vasco Rossi ("Forza Gaetano!!! sei una roccia") e quello del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini ("tieni duro! siamo tutti con te").

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie