Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Un film al giorno
  4. X: A Sexy Horror Story, quando si mescola porno e terrore

X: A Sexy Horror Story, quando si mescola porno e terrore

Dal 14 luglio in sala il film di Ti West con Mia Goth

(ANSA) - ROMA, 10 LUG - X: A SEXY HORROR STORY di Ti West, in sala distribuito da Midnight Factory a partire dal 14 luglio, mescola con grande ritmo l'horror, il porno, l'integralismo religioso e, soprattutto, il confronto tra vecchiaia e gioventù ovvero l'horror estetico per eccellenza che riguarda, prima o poi, tutti.
    Siamo nel 1979. Mentre un televisore in bianco e nero trasmette l'appassionato sermone di un pastore integralista contro laicizzazione e peccato, si svolge la vicenda del film che cita a più non posso, da PSYCO a PROFONDO ROSSO, ricalcando tutti gli stereotipi horror. Ovvero una casa, più o meno sinistra isolata in campagna, un gruppo di ragazzi più o meno ingenui che vanno ad abitarla e una coppia di proprietari così incartapecoriti da sembrare degli spettri.
    Intanto i ragazzi. In questo caso si tratta di una troupe costituita da tre giovani e sani pornoattori, Maxine (Mia Goth), lo stallone Jackson (Kid Cudi) e la sua bionda partner Bobby-Lynne (Brittany Snow). A questi si aggiunga un tonico e palestrato produttore Wayne (Martin Handerson), il regista RJ (Owen Campbell) e la sua inquieta fidanzata Lorraine (Jenna Ortega).
    Ora va detto che i sei ragazzi vengono subito mal accolti da Horward (Stephen Ure), l'anziano proprietario della casa che hanno affittato.
    Poi tutto si divide in due: da una parte la troupe alle prese con un film porno d'autore con tanto di accennata trama e, dall'altra, l'integralismo assassino di Horward che non tollera il peccato e il sofferto voyeurismo della moglie Pearl (Mia Goth) in preda a turbamenti sessuali, tanto da dimenticare quasi il disfacimento del suo corpo, lei che era molto bella e nota ballerina.
    E mentre sempre Pearl chiede a Howard di avere un improbabile rapporto sessuale, anche Lorraine, la mite compagna del regista pretende di girare una scena hot con Jackson.
    Insomma l'erotismo della troupe consuma tutto e tutti e corre parallelo all'impossibilità di viverlo da parte della spettrale coppia di contadini.
    Da qui uno straordinario corto circuito vero motore di questo singolare horror da non perdere: l'erotismo pieno di vita e la furia di questi due vecchi quasi legittimati dal loro biologico rancore a pugnalare, uccidere e squartare.
    Considerato una sorta di Psycho-biddy - sottogenere cinematografico che combina elementi horror, thriller e una donna anziana ex bella diventata squilibrata - X: A SEXY HORROR STORY è stato girato nel 2021 in Nuova Zelanda. Per interpretare il ruolo di Pearl, l'attrice Mia Goth, già nel cast di SUSPIRIA di Dario Argento, che nel film interpreta anche la giovanissima Maxine, si è dovuta sottoporre a sessioni di circa dieci ore di trucco prostetico.
    "Per me, horror e porno hanno sempre avuto una relazione simbiotica - ha detto il regista a IndieWire -. Forse l'horror è come un passo sopra il porno, ma sono entrambi sempre estranei.
    Anche nel negozio di video, c'era la sezione horror che era un po' strana e poi c'era la porta dell'altra sezione. È sempre stato tipo, 'Non so bene cosa stia succedendo lì', quindi se diventavi un regista horror, ti ritrovavi nel mondo del cinema senza tutte le cose di cui avresti avuto bisogno per esserci davvero". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie