Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Sì alle armi anche fuori casa, la decisione della Corte suprema americana

Sì alle armi anche fuori casa, la decisione della Corte suprema americana

Bocciate le restrizioni al porto d'armi a New York che prevedevano una licenza per portare un'arma in pubblico

La Corte Suprema americana boccia le restrizioni al porto di armi a New York. Il Secondo Emendamento, affermano i saggi, si applica anche fuori dalla propria abitazione. Con questa decisione la Corte consacra di fatto il diritto al porto di armi. Il presidente Joe Biden si è detto "profondamente deluso" dalla decisione della Corte.

"Sono profondamente deluso. Fin dal 1911 lo stato di New York ha richiesto a coloro che volevano portare un'arma nascosta in pubblico di acquistare una licenza e di farlo solo per auto difesa. Oltre 100 anni dopo, la Corte Suprema ha deciso di respingere l'autorità di New York a proteggere i suoi cittadini. Questa sentenza contraddice il buon senso e la Costituzione e dovrebbe preoccuparci", afferma Biden. "Alla luce degli orribili attacchi di Buffalo e Uvalde, dobbiamo fare di più - non di meno - per proteggere gli americani. Resto impegnato a fare tutto quello che è in mio potere per ridurre la violenza delle armi da fuoco e rendere le nostre comunità più sicure", aggiunge il presidente.

Con sei voti a favore e tre contrari, la Corte Suprema si è schierata di fatto a sostegno del Secondo Emendamento. I saggi hanno stabilito che la "giusta causa" prevista a New York per le armi viola la costituzione perché il "Secondo Emendamento protegge i diritti degli individui di portare un'arma con sé fuori casa per autodifesa". La norma di New York bocciata prevedeva la necessità di avere una licenza per portare un'arma in pubblico. La decisione apre di fatto la strada alla possibilità che un maggior numero di persone possano legalmente portare armi in strada nelle maggiori città.

"E' vergognoso " che in un momento come quello attuale la "Corte Suprema decida" di bocciare la legge che a New York limita il porto di armi in pubblico. Lo afferma il governatore di New York, Kathy Hochul. "In risposta" alla decisione della Corte Suprema "stiamo rivedendo le nostre opzioni. Continuerò a fare tutto quello in mio potere per mantenere i newyorkesi al sicuro dalla violenza delle armi da fuoco", aggiunge Hochul.

Smith & Wesson vola a Wall Street dopo la decisione della Corte Suprema americana che ha consacrato il diritto al porto di armi. Il produttore di armi vola del 7,6%.

La potente lobby della rmi Nra ha dichiarato "vittoria" dopo la sentenza della Corte Suprema. "La Corte Suprema ha stabilito che le restrizioni sulle armi a New York sono INCOSTITUZIONALI, vittoria!", si legge sull'account Twitter della lobby.

Un "giorno buio per l'America. Questa è una decisione pericolosa" da una Corte Suprema che spinge "un'agenda ideologica radicale e infrange i diritti degli Stati di proteggere i loro cittadini. Vergognosa". Lo afferma il governatore della California Gavin Newsom commentando la decisione della Corte Suprema.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie