Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina:trading olio di palma apre a investitori esteri

Ulteriore passo verso apertura finanziaria del Paese

(ANSA-XINHUA) - DALIAN, 18 GIU - La Cina ha dato oggi il via al trading di diverse tipologie di olio di palma alla Dalian Commodity Exchange (DCE) e ha permesso agli investitori esteri di partecipare, segnando così un altro passo in avanti verso l'apertura finanziaria del Paese.
    Secondo quanto reso noto dalla DCE, la mossa ha fatto sì che quelli relativi all'olio di palma siano i primi contratti di opzione denominati in yuan quotati in Cina aperti agli investitori stranieri.
    Lo Stato asiatico è uno dei principali importatori e consumatori di olio di palma nel mondo, con i suoi volumi di importazione e consumo che rappresentano rispettivamente il 15% e il 10% del totale globale.
    La Dalian Commodity Exchange ha aggiunto che con il lancio di opzioni per l'olio di palma e l'inclusione di investitori stranieri nel trading, il Paese può fornire strumenti di gestione del rischio per le entità del mercato e contribuire al coordinamento delle catene internazionali di approvvigionamento e di quelle industriali, oltre che garantire lo sviluppo di qualità del suo mercato dei futures.
    Stando a quanto dichiarato lo scorso maggio dall'ente regolatore dei titoli cinese, il 21 giugno la Cina lancerà anche la negoziazione di opzioni sul petrolio greggio presso lo Shanghai International Energy Exchange.
    I dati ufficiali affermano che nel 2020 il fatturato totale del mercato dei futures del Paese asiatico è aumentato del 50,56% rispetto all'anno precedente, raggiungendo il suo massimo storico con 437.530 miliardi di yuan (circa 67.900 miliardi di dollari). (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie