Accordo Expo-Costa per portare bellezza Italia a Dubai

Dal 17/12 arrivano crocieristi. Garavaglia, tappa per ripartire

Redazione ANSA

"A Dubai l'Italia si presenterà con una nuova veste. Il turismo sarà il protagonista della ripartenza, è il primo settore a scattare in avanti". Il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, ha salutato così l'accordo tra Costa Crociere e il Commissariato per la partecipazione dell'Italia a Expo Dubai 2020, firmato a Civitavecchia, a bordo dell'ammiraglia "green" Costa Smeralda, dal commissario Paolo Glisenti e dal direttore generale della compagnia italiana, Mario Zanetti, alla presenza dell'ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti in Italia, Omar Obaid Alshamsi. 

 STREAMING 

 

Nell'evento, che ha visto la partecipazione della cantante Annalisa, Zanetti ha ricordato i passi avanti fatti da Costa dopo il duro colpo dovuto alla pandemia. Un'azione nel segno di una ripresa che si ritiene diventerà sempre più corposa a partire dai prossimi mesi, con la ripartenza, dopo l'ammiraglia Costa Smeralda il primo maggio, anche delle altri navi, fino alla Costa Firenze, che da dicembre porterà i crocieristi proprio a Dubai. "Nel Padiglione italiano, dedicato all'Italia che nei secoli e ancor oggi naviga verso nuove terre di saperi, di conoscenza e di cultura, accoglieremo i tanti croceristi che ci vorranno raggiungere, condividendo la loro esperienza e la loro felicità per aver di nuovo solcato le magnifiche rotte del Mare Nostrum", ha detto Glisenti, rimarcando l'importanza di un settore, come quello portuale, "che rappresenta il 13% del Pil italiano e ha sofferto molto durante la pandemia". Il ministro Garavaglia ha ricordato gli interventi messi in campo dal governo per favorire la ripartenza del turismo: 5 miliardi di euro negli ultimi due decreti specifici per il settore turismo, più l'utilizzo di 500 milioni non spesi in precedenza, ai quali si aggiungono i 2,4 miliardi che abbiamo stanziato nel PNRR.

"Tuttavia non c'è sostegno economico che tenga: per ripartire quello che conta è riprendere a fatturare", ha sottolineato, annunciando che si sta lavorando alla creazione di uno o due hub vaccinali dedicati al personale marittimo. "Essere presenti al Padiglione Italia è un altro segno tangibile e concreto della ripartenza del turismo e del Sistema Paese - ha affermato Zanetti -. Le nostre navi portano nel mondo la bellezza dell'Italia e siamo lieti di poter proseguire questo racconto a Dubai, con tanti altri brand protagonisti del meglio dell'Italia". Il manager ha spiegato che Costa Crociere è impegnata anche sul fronte della sostenibilità, valore chiave del Padiglione Italia a Expo Dubai, che aprirà le porte il primo ottobre. La compagnia ha introdotto nuove tecnologie per ridurre l'impatto ambientale della propria flotta, come, ad esempio, proprio a bordo di Costa Smeralda, l'uso del gas naturale liquefatto, la tecnologia più avanzata al mondo nel settore marittimo per abbattere le emissioni. Costa sta inoltre avviando la sperimentazione di batterie e celle combustibili per raggiungere il traguardo delle crociere a "emissioni zero".

Per permettere ai propri ospiti, italiani e internazionali, di vivere l'esperienza di Expo e di visitare il Padiglione Italia, dal 17 dicembre 2021 sino a metà marzo 2022, Costa posizionerà nel Golfo Arabico la sua nuova nave Costa Firenze, costruita da Fincantieri a Marghera e dedicata al Rinascimento fiorentino. Le crociere, della durata di una settimana, visiteranno Emirati Arabi Uniti, Qatar e Oman, con tappe ad Abu Dhabi, Doha, Muscat e una lunga sosta di più giorni a Dubai.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie