Sport

Marquez, ho temuto di non avere più un braccio normale

Pilota al 'Guardian': 'Soffro ancora, ma così tornerò più forte'

"Avevo paura di non tornare più ad avere un braccio normale. C'è stato un momento, tra ottobre e novembre, in cui non ero in grado di prendere nemmeno una bottiglia d'acqua. Mi dovevo sforzare per mangiare, non riuscivo a muovere il braccio normalmente". Nella settimana del GP a Silverstone Marc Marquez ha raccontato in un'intervista a 'The Guardian' le sofferenze e le angosce durante il recupero dall' incidente dell'anno scorso, che gli ha fatto perdere tutta la stagione mondiale 2020.

Nel 2021 è tornato in pista a Portimao, ha ritrovato anche la vittoria (in Germania), ma anche se il 'vero' Marquez ancora non è tornato lui assicura di voler uscire da questa esperienza ancora più forte: "La mia motivazione è più alta di prima perché è la prima volta che affronto un momento così difficile. Il modo più semplice sarebbe quello di fermarsi e tornare quando mi sento pronto, ma il mio stile è quello di soffrire e combattere per migliorare e ricominciare a godermi la moto. Ora non me la sto godendo, sto ancora soffrendo". Ecco perché il mondiale in corso per il pilota della Honda è più che altro un modo per ritrovare la miglior forma fisica.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie