Ambulanti, "fate ripartire i mercati annuali"

Richiesta dei rappresentanti nell'Unione commercio

(ANSA) - BOLZANO, 22 APR - In Alto Adige le stagioni con la maggiore frequenza di mercati annuali sono la primavera e l'autunno. "Fino a ora, però, non è stato purtroppo possibile tenerne nemmeno uno. Per tutto il commercio su aree pubbliche si tratta di un vero e proprio periodo di magra", afferma il presidente dei commercianti ambulanti nell'Unione Andreas Jobstreibizer.
    Le ordinanze d'urgenza emesse finora dal presidente della Giunta provinciale non permettono infatti lo svolgimento dei mercati annuali. L'attuale ordinanza (nr. 18) prevede che i mercati annuali non possano svolgersi fino al 30 aprile 2021.
    "Ciò vuol dire che, dal 1° gennaio al 30 aprile, sono stati cancellati complessivamente 32 mercati annuali in tutta la provincia. Detto in parole povere, significa una perdita di 32 giornate di lavoro e guadagno per tutto il settore", sintetizza Jobstreibizer.
    Ora serve una strategia chiara per poter tornare a organizzare in sicurezza questi mercati. "Abbiamo già sottoposto al presidente provinciale le nostre proposte per una ripartenza in sicurezza, e speriamo che se ne tenga conto nella prossima ordinanza. Ci siamo sempre attenuti alle regole e ora siamo pronti a ripartire", assicura Jobstreibizer. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie