Umbria

Oliviero, conquiste ma ancora discriminazioni

Per rettore "silenzio e disattenzione sono nemici insidiosi"

(ANSA) - PERUGIA, 08 MAR - "Accanto alle importanti conquiste sociali, economiche e politiche degli ultimi decenni, continuano a convivere discriminazioni e violenze di cui le donne sono ancora, troppo spesso, vittime": a dirlo è il rettore dell'Università degli Studi di Perugia, Maurizio Oliviero, in occasione dell'8 marzo. "Il silenzio e la disattenzione rispetto a queste realtà sono nemici insidiosi, che dobbiamo combattere facendo sentire forte la nostra voce" aggiunge.
    "L'Ateneo - ha affermato ancora Oliviero in una nota - è impegnato in prima linea per cercare di costruire una comunità e una società che esprimano rispetto nei confronti di tutte e di tutti. Iniziative come il nuovo Sportello antiviolenza, le campagne di sensibilizzazione alla violenza di genere, l'attenzione al benessere della comunità accademica nei suoi molteplici aspetti, sono un segnale di come l'Università intende operare: attraverso azioni concrete, che diano a chi è vittima di discriminazione la possibilità di essere ascoltato e di cambiare realmente la propria situazione". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie