Spaccio di cocaina ad Aosta, una condanna

29enne era stato arrestato nell'operazione 'White horse'

Il giudice monocratico del tribunale di Aosta Marco Tornatore ha condannato a otto mesi di reclusione e 1.500 euro di multa Marco Cabraz, aostano di 29 anni, per violazione del testo unico sugli stupefacenti. Era stato posto agli arresti domiciliari nel novembre scorso dalla polizia, nell'ambito dell'operazione 'White horse'. Secondo gli investigatori della squadra mobile era una persona di fiducia di Piero Bredy (63), che ha già definito la propria posizione con un rito alternativo.
    Durante la perquisizione domiciliare dello scorso autunno erano stati sequestrati 20 grammi di cocaina, già divisa in dosi e "pronta allo spaccio al prezzo di 100 euro al grammo", aveva fatto sapere la questura. La droga era all'interno della stalla per cavalli nelle vicinanze della casa di Bredy: di qui il nome dell'operazione di polizia giudiziaria. La polizia aveva scoperto inoltre "diverse migliaia di euro in contanti opportunamente occultati in casa, provento dell'attività delittuosa". Cabraz, sempre secondo gli inquirenti, spacciava la cocaina, anche per proprio conto, ad una cerchia di clienti fidelizzati. Le indagini sono state coordinate dal pm Luca Ceccanti. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie