Valle d'Aosta

Equo compenso, Consiglio Valle approva legge

Tutelate prestazioni dei liberi professionisti a enti pubblici

 Tutelare, con il riconoscimento del diritto all'equo compenso, le prestazioni dei liberi professionisti rese alla pubblica amministrazione. E' quanto prevede la proposta di legge presentata dal gruppo Lega VdA e approvata all'unanimità dal Consiglio Valle oggi.
    "Il Decreto Bersani del 2006 e il Decreto Legge 1/2012, che ha abrogato definitivamente le tariffe delle professioni regolamentate, hanno prodotto - ha detto il relatore della legge Paolo Sammaritani (Lega) - una totale deregolamentazione del settore portando a una situazione iniqua per cui i pochi professionisti forti e strutturati, che godevano di posizione di privilegio sul mercato, hanno potuto aumentare i prezzi ben oltre il limite dettato dalle precedenti tariffe massime, mentre la stragrande maggioranza, e in particolare i giovani, è stata costretta a ridurre sempre più le richieste di compensi. L'unico ambito in cui il legislatore regionale può intervenire è quello che riguarda il diritto dei professionisti all'equo compenso nei confronti della pubblica amministrazione: era quindi tempo che anche la Valle d'Aosta si dotasse di questo strumento normativo".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie