Offagna

Marche

La piccola cittadina di Offagna, a ridosso della Riviera del Conero, in provincia di Ancona, è annoverata tra i “Borghi più belli d’Italia”.

A dominare dall’alto il borgo c’è il simbolo della città, la Rocca, attorno alla quale in antichità si è sviluppata la cittadina. La fortezza venne edificata nel XV secolo su una rupe in tufo ed è una struttura dalla forma quadrangolare con una piccola corte con al centro un mastio alto quaranta metri e composto da cinque piani; è entrata a far parte dei Castelli di Ancona e, nel 1902, è stato dichiarato monumento nazionale. L’interno della Rocca oggi ospita il Museo della Liberazione di Ancona, il Museo Paolucci, ricca collezione faunistica del professor Luigi Paolucci, e il Museo delle Armi, un’esposizione di armi antiche, dalla preistoria all’epoca moderna. La Rocca è circondata da un perimetro di mura fortificate con merlature ghibelline, intervallate da torri difensive; il torrione semicircolare che delimitava la cinta muraria è ancora oggi visibile e si tratta del Torrione medievale.

L’edificio religioso più importante di Offagna è la Chiesa parrocchiale di San Tommaso Apostolo, edificata nel XVII secolo con l'aiuto dell’architetto Andrea Vici che preparò il disegno per sviluppare il presbiterio e la canonica; all’interno della chiesa si trova una bellissima pala raffigurante San Bernardino nel procinto di donare il Comune di Offagna alla Madonna, in segno di protezione.

Meritevole di visita è anche la Chiesa di Santa Lucia, che custodisce dipinti seicenteschi e all’interno della quale sono state ritrovate le reliquie di un martire. 

Molto caratteristiche sono le Feste Medievali che si tengono nel borgo nel mese di luglio, l’evento principale della manifestazione è la Contesa della Crescia, una sfida fra i cavalieri dei quattro rioni, tra mangiafuoco, cantastorie e rappresentazioni di arti e mestieri del Medioevo.

I suggeriti di ANSA ViaggiArt


Modifica consenso Cookie