Vico del Gargano

Puglia

Nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, ma a pochi chilometri dal mare, si trova uno dei “Borghi più belli d’Italia”: Vico del Gargano. 

Il centro storico del borgo è dominato dal Castello, realizzato con forme e stili diversi che raccontano le diverse famiglie che si sono succedute: dai normanni agli aragonesi agli svevi. Si notano subito le strutture difensive dell’edificio, tra le quali spicca il bastione circolare, chiamato anche Torre Maestra, ma si intuisce anche che il Castello nei secoli assunse la funzione di dimora signorile.

Un altro edificio civile molto particolare è Palazzo della Bella, fatto costruire nel XX secolo da Ignazio della Bella, ispirandosi al modello di Palazzo Vecchio. L'edificio è in stile neogotico ed è articolato da un unico corpo con una torre ornata da bifore e merlature guelfe. 

Il luogo di culto più antico del borgo è la Chiesa Matrice della Beatissima Vergine Assunta, realizzata a tre navate con 11 altari. Meritevole di visita è la Chiesa di San Giuseppe impreziosita da una pregevole scultura in legno raffigurante il Cristo Morto. Da scoprire sono anche la Chiesa della Misericordia, al cui interno custodisce un organo nel 1800, e la Chiesa del Carmine.

Al di fuori delle mura cittadine si trovano altre tre importanti edifici di culto: la Chiesa di San Marco costruita nel XIV secolo, la Chiesa di Santa Maria Pura che custodisce pregevoli decorazioni e alcune statue realizzate in pietra locale e la Chiesetta di Santa Maria degli Angeli, edificata nel 1500 e al cui interno conserva varie statue lignee, un crocifisso opera di un intagliatore veneziano ed una maestosa quercia che giganteggia sul sagrato.

All’interno dell’antico frantoio è stato allestito il Museo Trappeto Maratea, dove è possibile ripercorre la produzione dell’olio d’oliva, osservando le antiche macine, i torchi ricavati nella roccia ed una collezione di oltre 150 utensili e attrezzi; si può anche osservare una cucina monacesca, una sorta di focolare domestico con tanti oggetti della vita quotidiana di un tempo.

Essendo San Valentino il patrono del borgo, Vico del Gargano è conosciuto anche come “il paese dell’amore e degli innamorati”, perciò è imperdibile il Vicolo del Bacio.

I suggeriti di ANSA ViaggiArt


Modifica consenso Cookie